IO VADO A Lampedusa

Abbiamo avviato la campagna IO VADO A Lampedusa (turismo sostenibile e destagionalizzazione turistica) insieme ai gruppi di turismo responsabile con cui collaboriamo da anni per proporre, a chi ne fa parte, di collaborare per fare venire sull’isola in un periodo di bassa stagione chi vuole sostenere le cause dei lampedusani.


Primo Maggio a Lampedusa1 MAGGIO a Lampedusa per un Mediterraneo di pace e senza paura
Per la regolarizzazione dei viaggio di tutte/i; Per una Lampedusa di pace, dialogo, bellezza.
Contro le politiche neo-coloniali e imperialiste; Contro la militarizzazione dei territori; Contro la guerra.
Continua…

IO VADO A Lampedusa. Per una nuova concezione di turismo… sostenibile

Nel marzo 2011, in un momento drammatico per le Pelagie e per migliaia di persone, lanciammo un messaggio che da provocazione diventò movimento: scegliere, andando contro il “terrore” diffuso nell’opinione pubblica dai mass media, di fare un viaggio a Lampedusa.
Lo abbiamo fatto sposando il motto IO VADO A LAMPEDUSA – Per una nuova concezione di turismo… sostenibile, invitando a prendere parte collettivamente a una scelta etica e politica che fosse una protesta e una proposta allo stesso tempo.
Certi che chi viene in vacanza a Lampedusa e Linosa (se le condizioni metereologiche lo permettono proporremo delle escursioni a Linosa) in periodi di “bassa stagione”, a stretto contatto con gli isolani e le loro vite, con il mare incredibile e la straordinaria energia che questa terra emana da ogni cosa, non può che innamorarsene di più.
Convinti che questo possa essere l’inizio di un nuovo percorso delle Pelagie, che darebbe una sterzata sui temi dell’ambiente, della salute, della cultura, della solidarietà e di un turismo attento non solo alle meraviglie naturali, ma alla sua storia e al suo ruolo strategico nel Mediterraneo, alla sua incredibile vivacità culturale e anche ai suoi problemi che sono il riflesso di una serie di limiti che ha l’Italia intera.

Noi ci crediamo ancora.

Ed è per questo che, come Collettivo Askavusa, sulla scorta delle esperienze fatte in questi anni di mobilitazione continua e forti delle connessioni sviluppate nel tempo (anche con realtà che si occupano principalmente di turismo sostenibile), vogliamo rilanciare questo messaggio.
È necessario tornare a parlare di un progetto per queste isole e per i loro abitanti. Bisogna farlo concentrandosi sui problemi del presente per poter ragionare in prospettiva.
C’è, ad esempio, una connessione fortissima tra la militarizzazione coatta messa in atto negli ultimi decenni a Lampedusa (tema oggi fortemente attuale) e l’offerta turistica. E non solo perché più l’isola diventa una base militare a cielo aperto, meno gente è invogliata a venire… Un turista attento, invogliato ad interessarsi alle problematiche dell’isola la rispetterà fino a sentirle proprie e a impegnarsi per combatterle. Un’ isola che non vuole essere complice di guerre e aggressioni. Un’isola che non vuole diventare un obiettivo strategico nello scenario di guerra permanente che stiamo vivendo (le migrazioni rientrano in queste logiche).

Per fare in modo che questo si realizzi è chiaramente necessario che le realtà interessate, dal pubblico al privato, facciano rete per pensare e sviluppare nel tempo strumenti di ricezione turistica adeguati anche al periodo autunnale/invernale (da novembre a marzo).
Quindi fornire al personale la possibilità di fare corsi di lingua per essere pronti ad accogliere anche utenza internazionale; intraprendere scelte collettive in sintonia con l’ambiente; creare percorsi culturali in cui coinvolgere turisti e isolani; nei periodi di destagionalizzazione fare in modo che tutti i prezzi siano sostenibili; organizzare charter non soltanto durante la stagione estiva.

Noi siamo lampedusani e linosani non per caso ma per scelta, diventatelo anche voi, venite in viaggio a Lampedusa e Linosa.

Chiediamo di farci pervenire delle offerte per il periodo che va da il 15 novembre 2014 al 15 gennaio 2014.
Stiamo realizzando un calendario di eventi invernali incentrato sulla storia e la cultura di Lampedusa.
Vi chiediamo, inoltre, in previsione di organizzare nel suddetto periodo degli eventi gastronomici, quali degustazioni di prodotti e ricette  locali, per cui, ci servirà la vostra diponibilità e collaborazione.
Chiediamo alle attività di Linosa di farci pervenire delle offerte per escursioni giornaliere in quanto vorremmo inserire nella proposta delle visite a Linosa.


COME ARRIVARE A LAMPEDUSA E LINOSA
Abbiamo stilato una tabella con tutti i dettagli dei collegamenti aerei e marittimi per le Isole Pelagie, con link alle compagnie e costi dei biglietti.
Abbiamo anche fatto alcune simulazioni per aiutarvi nella ricerca dei voli più economici per raggiungere Lampedusa (e di conseguenza Linosa) durante i periodi di bassa stagione.

Clicca qui per saperne di più…

PERCHÈ ANDARE A LAMPEDUSA E LINOSA?
Lampedusa e Linosa non sono solo caldo africano, spiagge candide o nere e mare da mozzare il fiato. In esse convivono storie straordinarie che le rendono vive. Un viaggio in queste due isole mediterranee può essere un’esperienza di vita unica, basta volerlo.
Il senso della campagna IO VADO A Lampedusa sta proprio nella ricerca di questa esperienza, per entrare in contatto diretto con queste realtà e prenderne parte.
Abbiamo provato a spiegarvelo a parole.
Adesso vorremmo dimostrarvelo, se è possibile, a distanza…

Clicca qui per scoprirlo…


I dettagli della campagna

L’ultima campagna lanciata è terminata il 15 gennaio 2015. Chiaramente, questo vale esclusivamente per le offerte proposte dalle attività aderenti e per gli eventi organizzati per l’occasione. Le motivazioni che ci spingono a proporvi di visitare Lampedusa e Linosa sono più che mai valide; noi continuaiamo ad essere a disposizione per chiunque ne fosse interessato.

L’indice del programma culturale (clicca su ogni voce per i dettagli o qui per visualizzarlo per intero):

Chi volesse suggerire o proporre nuove attività, può scrivere a askavusa@gmail.com.

Le strutture che hanno aderito:

  • Marina Diving Center
  • Noleggio Prometeo Mare
  • Ristorante La Cambusa
  • Gioielleria Aurum
  • Camere Pepp Top
  • El mosaico del sol
  • Hotel Baia Turchese
  • Hotel e Ristorante Nautic
  • Hotel Il Faro della Guitgia
  • B&B La casa al mare
  • Le Anfore vacanze
  • B&B La Rosa
  • Hotel Sole
  • Hotel Royal
  • Camping La Roccia
  • Residence Tartaruga Rossa
  • Hotel Cavalluccio Marino

Chi volesse proporre nuove offerte, può scrivere a askavusa@gmail.com.

Aderiscono all’iniziativa:

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sull’iniziativa


Puoi anche iscriverti a liste specifiche:
La pagina facebook della campagna


IO VADO A Lampedusa

7 thoughts on “IO VADO A Lampedusa

  1. Che bella iniziativa,conosco Lampedusa l’energia dell’isola e dei suoi abitanti,mi piacerebbe tanto visitata fuori stagione ma causa pochi e costosi voli non e’fattibile!

  2. mi piacerebbe tanto..tanto ritornare più’ spesso ma i costi dei voli troppo costosi . spero che farete qualcosa.

    un saluto a tutti gli abitanti della meravigliosa LAMPUDUSA

  3. Complimenti per l’iniziativa! Dovete avanzare con gli accordi con compagnie aeree per creare voli low cost anche da venerdi a lunedi al fine di permettere alla gente di poter recarsi da voi non solo per le vacanze ma anche per un lungo week end. I voli devono avere dei costi limitati ma sicuramente i voli avranno un successo… Credo che la mia proposta sia stata già presa in considerazione da Voi ma cercate di non arrendervi per raggiungere l’obiettivo. Io sono di Verona e adoro Lampedusa…

  4. È un bellissimo progetto. Credo però che ci sia un fattore fondamentale da considerare: il viaggio. Il volo da Milano costa circa 400 €, con il traghetto sono 10 ore da Porto Empedocle. Una persona può anche essere disposta a mettere da parte i propri pregiudizi, ma davanti al dato economico si chiede: perché andare a Lampedusa se con molto meno posso andare a Sharm el Sheikh?
    Speriamo allora che quest’iniziativa serva a sensibilizzare istituzioni, compagnie aeree e, più in generale, addetti ai lavori, perché senza dei collegamenti efficienti difficilmente nell’epoca dei viaggi low-cost il turismo si può riprendere…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>